(Italiano) La vita (da spiaggia) in una borsa

Stasera, al tavolo con le mie amiche quando ad un certo punto a una di loro si è rotta la borsa è partita la discussione su quanta storia di se una persona che viaggia possa racchiudere in uno spazio a tracolla. Io preferisco le sacche capienti, trovo che tutte le marche si impegnino di più nel creare le borse grandi: plissettate, di pelle, di cotone, stampate o intrecciate. Il punto per una donna è riuscire a farci entrare la vita in quell’accessorio problema che ognuna si ritrova ad affrontare prima di uscire la sera o quando è in viaggio per lavoro: dove li metto il beauty, le medicine, le scarpe di ricambio, la maglia appallottolata in caso di freddo improvviso, l’ombrello, gli snack?

E’ sempre una lotta poi fra il comodo e il glamour, nella borsa molto chic ci stanno poche cose, quella grande però è scomoda da portare nei locali.. In estate tutto ciò si attenua perchè le feste in spiaggia, gli aperitivi all’aperto e le giornate sotto il sole ci permettono di poter tranquillamente usare una borsa comoda per ogni momento della giornata, la tanto discussa Shopper, che per molti fa subito spesa, ma che se trattata come si deve diventa una preziosa alleata.

Per questo nuovo intervento ho scelto appunto la shopper che il marchio, e sito, Patrizia Pepe propone in versione bustina da tè giallo paglierino con le scritte nere. 35 euro che possono contenere le creme solari, le infradito serali, il top di ricambio, il pareo che urla “scatenati a bordo piscina” e anche il make up leggero. La borsa è in cotone, quindi anche con il caldo vento della sera il peso non diventa eccessivo e potrete scatenarvi fino alle luci dell’alba…anche quelle saranno in tinta con il colore in cui è proposta, c’è qualcosa di meglio? E cosa c’è di peggio di quando la borsa che tanto amate cade a pezzi neanche un mese dopo averla comprata è come perdere un pezzo di noi ogni volta, diciamo no a questa sofferenza e sì ai materiali di qualità.

Share This Post

1 Comment

  1. Ake - 01/06/2010

    Ciao! Se conoscete una spiaggia degradata da “salvare”, c’è un bel concorso. Guardate un po’ qui: http://www.coronasavethebeach.org e qui: http://www.facebook.com/savethebeach. E’ legato a un’iniziativa curiosa: un albergo tutto di rifiuti a Roma! Per una notte ci dormirà Helena Christensen, una bellissima top model…

Leave a reply