T-Flag! Obiettivo raggiunto…

Arredi a misura di bambino firmati Patrizia Pepe
per la nuova Casa del Sole di Terre des Hommes ad Haiti

Oltre 50 bambini accolti nel centro Sacre Coeur di Haiti, presto entreranno nei nuovi accoglienti locali della Casa del Sole che Terre des Hommes ha costruito al posto dell’edificio crollato per il terremoto.
Tutti gli arredi, creati appositamente “a misura di bambino” da artigiani locali, sono stati donati dalla società Patrizia Pepe, che in primavera aveva lanciato la linea di “T-Flag, la sua Capsule Collection studiata per finanziare questa iniziativa.

“In una Haiti provata dall’epidemia di colera e dai disordini per le elezioni, siamo riusciti a realizzare il nostro obiettivo: costruire un centro dove i bambini sono efficacemente protetti da traffico, abusi e sfruttamento e dove possano esprimersi e vivere con serenità la loro infanzia, pur in assenza dei genitori”, spiega Luca Guerneri, delegato di Terre des Hommes a Port au Prince. “Ciò anche grazie a un ambiente molto accogliente e ad arredi pensati apposta per i bambini, cosa per niente scontata qui ad Haiti. La nuova Casa del Sole di Sacre Coeur sarà inaugurata appena riceveremo la vista dell’Ispettorato Provinciale all’Infanzia che darà l’autorizzazione necessaria all’accesso dei minori, comunque senz’altro prima di Natale”.

“Per noi è veramente emozionante sapere che il grande successo di una nostra creazione, come le T-Flag, possa contribuire concretamente al benessere di tanti bambini che sono stati duramente colpiti dal terremoto”, dichiara Marco Ruffa, CIO di Patrizia Pepe. “Ciò dimostra quanto sia vincente il sodalizio moda solidarietà, quando alla base c’è un sincero impegno di responsabilità verso chi vive in un contesto dove sono negati i diritti più fondamentali”.

I fondi donati da Patrizia Pepe permetteranno inoltre di fornire 180 banchi sufficienti per 360 bambini della scuola Sacre Coeur, che Terre des Hommes sta ricostruendo nelle vicinanze.
“Avremmo potuto importare mobili già pronti, ma riteniamo più importante sostenere attivamente l’economia locale, cercando di far produrre in loco tutto l’occorrente”, conclude Luca Guerneri. I lavori della scuola dovrebbero essere terminati alla fine di febbraio 2011.

Terre des Hommes da 50 anni è in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall’abuso e dallo sfruttamento e per assicurare a ogni bambino scuola, educazione informale, cure mediche e cibo. Attualmente è presente in 65 paesi con quasi 1.000 progetti a favore dei bambini. La Fondazione Terre des hommes Italia fa parte della Terre des Hommes International Federation, lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l’Unione Europea, l’ONU e il Ministero degli Esteri italiano. Per informazioni: www.terredeshommes.it

Share This Post

Leave a reply