Dietro le quinte della Sfilata Autunno Inverno 2012

Avete idea di quante persone lavorano dietro le quinte di una sfilata?
Come si fa ad organizzare tutto in modo che le Collezioni progettate dai creativi diventino un tutt’uno con chi le indosserà fin dalla loro prima uscita in pubblico… la sfilata?
Non vi tedieremo con racconti di ‘agenzia’ a cominciare dai transfer (quest’anno il ritardo di un treno ha rischiato di compromettere l’arrivo di una modella … e quindi di tutta la scaletta di sfilata), o della definizione del trucco e parrucco (acconciature e trucco vengono provate più e più volte prima di decidere le definitive), o di come la stylist Sissy Vian visiona e rivolta la collezione per estrapolare i capi cult da proporre in passerella.

Vorremmo invece raccontarvi il mood del giorno più importante della stagione… la Sfilata della Collezione Autunno Inverno 2012, con le parole di chi lo ha vissuto dall’interno, … da noi.

C’erano persone che lavoravano nella Hall a creare la scenografia dell’apertivo che ha preceduto la sfilata…
Le nostre Flys e Butterflys idealmente anticpavano il tema della Collezione Breakfast on the Moon, volando verso il Pianeta.

Contemporaneamente, al primo piano, mezzo piano è stato totalmente colonizzato da trucco parrucco, modelli, stylists e stilisti affaccendati a preparare la scaletta delle uscite e sistemare acconciature e make up…
Ok, le modelle ed i modelli sono già ‘belli’ di suo… ma non crederete mica che non siano anche aiutati dal trucco, le luci … e soprattutto uno styling accurato. Spesso vengono selezionati per i loro caratteri fisiognomici più in base ai temi delle Collezioni, che per la loro oggettiva bellezza.

 

Al piano di sotto, nello spazio che ormai da anni ospita le sfilate, gli scenografi, i fonici, i tecnici delle luci contemporaneamente lavoravano con l’organizzazione generale per creare l’ambiente ideale ad ospitare la Collezione…
A dire il vero la troupe del montaggio lavorava già da una settimana… e adesso si fanno solo le rifiniture, inoltre sono arrivati i DJ (Hurley & Muscles) per cui in tutta l’Azienda rimbomba il sound check … e l’emozione diventa palpabile in tutti i corridoi.

Eccoci… sono arrivati i primi ospiti, fra l’altro questa sfilata, per la prima volta, ha visto la partecipazine della Stampa Italiana, che nonostante la concomitanza con la fashion Week berlinese, non ha fatto mancare la sua numerosa presenza.
Si comincia con l’apertitivo di attesa nella Hall, mentre attendiamo che Patrizia dietro le quinte termini gli ultimi ritocchi ed aggiustamenti, prima di far accomodare gli invitati ai lati della passerella.

 

Si comincia…

non vi mostreremo qui tutti i look, ma una piccola selezione per lasciarvi il sapore di quello che vedrete nella prossima stagione invernale.

E non è finita…
al termine della sfilata gli ospiti sono stati accompagnati alla Stazione Leopolda di Firenze, dove avevamo allestito per il Party after Show.
Lo splendido spazio della Leopolda era stato suddiviso in 3 bellissime ambientazioni consecutive curate da Deep Flowers e dal Catering Federico Salza, la prima dedicata all’aperitivo a base di pianeti alcolici colorati (palline ripiene di sfiziosissimo wodka qualcosa… colorato), il secondo dedicato alla cena seduta, dove dallo spazio interlunare scendevano bellissime composizioni di orchidee, ed il terzo alla disco, dove un meraviglioso free bar centrale (che sembrava fosse sempre stato li) ha allietato la serata ed il dance time dei partecipanti.

La luna, protagonista della Collezione Autunno Inverno 2012 di Patrizia Pepe, ha accompagnato i nostri ospiti dall’inizio alla fine ed ha creato l’atmosfera suggestiva di una serata indimenticabile.

 

 

Share This Post

1 Comment

  1. anna - 16/02/2012

    davvero bella sfilata ..bellissimi vestiti, si mi piace… complimenti. :-)

Leave a reply