E’ Arrivata la Nuova Collezione Donna Primavera Estate 2012

LUXURY GONE BAD è il nome della Nuova Collezione Donna per la Primavera Estate 2012.

Il lusso scopre la sua anima ruvida, sporcato e graffiato da unghie Rock, traccia nuovi, elettrizzanti percorsi di eleganza.
La raffinatezza architettonica e le geometrie Deco’ degli anni ’30, si contaminano con l’estetica glam delle dive Rock anni ’70, per una femminilità in volo su un jet privato tra Londra e Ibiza.
Foulards, come recuperati dagli armadi di viaggiatrici di lusso, diventano Abiti dalla costruzione volutamente imperfetta, le eleganti stampe trattate e anticate con irriverenza Rock.

Stuoie in jacquard costituiscono l’architettura di giacchine ricamate, dalle raffinate tonalità, dove la linea pulita viene spezzata dall’applicazione di lunghe frange e di catene.
Gamme naturali (rosa, grigi, beige, bianchi, deserto, acqua, marroni) vengono interrotte e folgorate da lampi cromatici fluo (verde acido, blu voltaico).
L’anima minimal, classico Patrizia Pepe, viene rielaborata e ridettagliata con tocchi aggiuntivi preziosi. Fiocchi sui Pantaloni, Biker Pants trapuntati.
Decostruite le Giacche in Jersey, che si fanno cardigans grazie ad un effetto tricot. Pizzo sul collo di Trench in nylon.

Il glamour è asimmetrico, e si gioca anche sulla contrapposizione tra i volumi. Capi estremamente lineari davanti rivelano sul retro impreviste linee ovali e molto fluide. Preziose costruzioni a Bustier dominano sia corpetti che abiti. Sulla lingerie, Pizzo e Satin trasparente si accendono di strass, per reggiseni da portare con disinvoltura anche sotto le giacche.

Zip in evidenza su abiti e galvaniche in rame chiaro rimarcano una personalità energica e volitiva.
Le silhouette si ammorbidiscono con l’uso di Plissè, Sete, Shantung. Ampio spazio a Jersey ultraleggeri, Viscose, Chiffon.

Le lunghezze di Gonne e Abiti non hanno più vie di mezzo: short o long. Una femminilità sexy e sauvage incede tra ampi spacchi fluttuanti.

Elementi Rock e Decò si mixano con aristocratica nonchalance: file di paillettes e jaiss neri su abitini da sera richiamano le geometrie dei dipinti di Klimt. In versione degradé invece, grazie alla sovrapposizione di tessuti, le stesse paillettes creano un ensemble ottico cangiante e disco.

Per la parte Denim, lavaggi blitch, dal sapore vissuto, sovrapposizione di  tele dal sapore 70’s per modelli destroyed o a zampa. Fluidi i volumi.

Nella parte Leather: in Suede Pantaloni, Camicie e Shorts stringati. Il classico Biker viene riletto in chiave lussuosa con la costruzione di ampie maniche a campana.
Giacche in pelle laserata, impreziosite da fiori in pelle e borchie. Pantaloni in Nappa stretch o con stampa pitone laminato, effetto snake sui Giubbotti.

Altrettanto di impatto gli Accessori.
Intrecci in cuoio, catene arricchite da croquet su Borse dai pellami morbidi.
Zip e tiralampo gioiello su modelli minimal. Frange per tracolle, micro Bags in metallo.

Sandali su tacchi vertiginosi o bassi, con frange di catene e fiori di cuoio.
Foulards stampati, Cinture borchiate. Coralli, conchiglie e cristalli per Bijoux gioiello.

Pulsazioni glamour per un nuovo concetto di lusso, a ritmo tra classicità e istinto Rock.

Share This Post

2 Comments

  1. alex vinkis abbigliamento - 30/01/2012

    Icapi sono ottimi ho un ricordo non molto lontano ma si c’è un ma io ad esempio non posso permetermi un mono marchi oramai è la cliente che cerca un detterminato marchio anche scarso( come molti girano)ma x convinzione o x publicità vogliono

Leave a reply