Patrizia Pepe un luogo per l’arte: Edoardo Nardin

VOI SIETE QUI? EDOARDO NARDIN

A cura di Rosanna Tempestini Frizzi | La Corte Arte Contemporanea Firenze Testo critico di Gianni Caverni
Dal 26 settembre al 3 novembre 2018

Barba e capelli, e due punti per gli occhi. Cento, ma che dico cento, mille faccine punteggiano il grande rotolo di carta che si snoda in dialogo serrato con la rosa/rossa scala dell’atrio della “fabbrica” di Patrizia Pepe. Hanno tutte barba e capelli, e due punti per gli occhi, come Edoardo Nardin che le ha diligentemente disegnate, in punta di pennarello nero, entrando probabilmente in una sorta di trance da kenofobia: non c’è uno spazio libero, tutto è popolato, affollato, zeppo. E la forma del grande rotolo di carta non può che suggerire che la teoria dei personaggi/personaggio sia infinita, una sorta di work eternamente in progress dalle innumerevoli possibilità e potenzialità, una specie di gigantesco catalogo dell’incarnazione, del vestirsi da, del calarsi in qualunque personaggio, di rappresentazione possibile e impossibile.

È giocoliere, acrobata, clown, equilibrista Edoardo Nardin. E artista visivo. Insomma tutto, o se non tutto, davvero molto.

Chi non scatta col cellulare millanta fotografie di viaggi, di cibi, di figli e nipotini, di aperitivi, di compleanni, alberi di Natale, boccacce, brindisi, pizze, scritte sui muri, e tramonti. Chi non è consapevole che in un modo o in un altro si tratta sempre di selfie? Fotografie effimere che ci raccontano o ci rappresentano, con le quali ammorbiamo gli altri, amici e sconosciuti, con la complicità di Mark Zuckerberg, immagini che non sopravviveranno alla nostra insignificante vita o, peggio, alla vita del nostro arrogante cellulare, ma che soprattutto non ricorderemo quasi mai di avere scattato, che non stamperemo mai né mai riguarderemo. Per questo siamo tutti qui, nel gigantesco disegno di Edoardo Nardin dove tutti i personaggi hanno la sua faccia, ma potrebbero avere quella di ognuno di voi, di noi, di tutti. E a guardare bene ce l’hanno.

Inaugurazione: 

26 settembre 2018  h 17.30_19.30

 

Orario d’apertura:

lunedì/venerdì  9.30/12.30 – 14.30/17.30  solo su appuntamento

 

Per informazioni:

tel. 055 87 444 1

info@patriziapepe.it

patriziapepe.com

Leave a reply

Back to site top